Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liga game over, il Real frena, il Barcellona è Campione

di Davide PITEO

Imponendosi sull’Ateltico Madrid e ricevendo un bel regalo dai cugini cittadini, il Barcellona e’ nuovamente campione in Liga al Real resta la finale di coppa.

Barcellona-Campione
Barcellona-Campione

Con la vittoria per 2-1  ottenuta in casa dell’Atletico Madrid, il Barcellona tocca quota 91  conquistando cosi  il suo 22esimo titolo nazionale. Infatti pur mancando ancora 3 giornate al termine della stagione, il Real Madrid pur avendo 81 punti, non potrebbe agganciare il Barcellona. Ponendo il caso che il team catalano perda le ultime tre gare, perché con la mente ormai in molti sono in vacanza ed altri pensano al mercato, ed il Real dovesse vincere le tre partite mancati, toccherebbe quota 90 punti, il che significa che il Barcellona con un solo punto sarebbe ugualmente campione. Dunque per quanto concerne il titolo, la stagione 2012/13 passa definitivamente agli archivi e per il Real nel modo peggiore. Infatti la conquista del titolo è avvenuta proprio sull’asse Madrid – Barcellona, l’Atletico in casa ha ospitato il team catalano, che pur passando in svantaggio grazie alla rete di Falcao, riesce con Sanchez prima, e poi Gabi nel pareggiare e poi vincere il match, tornando cosi da Madrid con i 3 punti che gli servivano per la conquista matematica del titolo.

Discorso diverso per il Real, che in casa dell’Espanyol seconda squadra di Barcellona, ha impattato per 1-1, dando cosi il definitivo addio alla corsa per il titolo, o quanto meno alle speranze che potevano ancora animarla. Dunque in casa Real è giunto il momento di pensare alla finale di Coppa di Spagna, che come avverrà in Italia, dove ci sarà la stracittadina tra Roma e Lazio, a Madrid si verificherà la stessa cosa tra Atletico e Real. Ciò in casa dei blancos rappresenta l’ultima spiaggia con cui poter salutare dignitosamente la stagione ed aprire il mercato, che senza dubbio vedrà dal Real tante partenze, cominciando dal tecnico.

Discorso totalmente diverso in casa Atletico, dove  grazie hai 72 punti conquistati ha con largo anticipo fatto suo il terzo posto e la qualificazione ai preliminari per la prossima edizione della Champions League. Ciò ha cosi permesso alla formazione baincorossa di  concentrare tutte le sue attenzioni sulla finale di Coppa di Spagna, preparandola nel migliore dei modi. Continua in quarta posizione il duello tra il Valencia fermo a quota 59 punti e vittorioso per 4-0 sull’ormai salvo Rayo Vallecano, ed il Real Sociedad impegnata questa sera contro un Granada non ancora totalmente salvo, ma dalla sua il Real avrà il fattore campo giocando in casa. Dunque il duello per il quarto posto che vale l’ultimo pass per la Champions, senza dubbio terrà con il fiato sospeso fino al termine della stagione, diventando a tutti gli effetti l’attrazione maggiore della Liga.

Chi veleggia verso l’Europa League è il Malaga, che dopo aver entusiasmato in Champions, dove ha raggiunto i quarti di finale, potrebbe nella prossima stagione tentare “nell’Europa delle piccole” di raggiungere traguardi più importanti. Ma il pareggio per  0-0 ottenuto contro un Siviglia ormai salvo, non fa dormire sogni tranquilli soprattutto alla tifoseria, vista la vittoria ottenuta dal Betis per 1-0 sul Celta Vigo, che ha cosi portato a sole due lunghezze di distacco la formazione biancoverde dal Malaga. Ciò significa che anche la corsa per l’ultimo posto per la disputa dei preliminari per la prossima edizione dell’Europa League, alimenterà le ultime tre gare di campionato. Giornata tranquilla per il Levante che pareggiando per 0-0 contro il Saragozza ufficializza la sua salvezza matematica, discorso diverso per la formazione ospite che con soli 34 punti e tre partite ancora da giocare non è totalmente fuori pericolo. Salvo anche il Bilbao che imponendosi tra le mura amiche per 2-1 sull’ormai retrocesso Maiorca, tocca quota 41 punti e stacca cosi il pass valido per la salvezza, chi rischia è senza dubbio il Deportivo vista la sconfitta per 1-0 patita in casa del Real Valladolid e soprattutto i soli 32 punti conquistati fino ad oggi, però avendo  sole due lunghezze dal Saragozza, ed avendo a propria disposizione ancora 3 partite da giocare, tutto è ancora possibile. Tirando le somme la 35esima di campionato non possiamo definirla tra le giornate più spettacolari viste in Liga, infatti solo 15 sono state le reti totali realizzate, 5 l’espulsioni e ben 58 le ammonizioni, solo 1 è stato il rigore assegnato.

Potrebbe interessarti