Messi: Fuga in Arabia Saudita e la furia del PSG, poi le scuse

Il presidente del PSG Al-khelaïfi, ha punito il giocatore con 2 settimane di sospensione,

Foto www.psg.fr

I titoloni monumentali che tuonano sulle prime pagine di tutti i quotidiani francesi, in data 2 maggio, hanno dell’incredibile: il fenomeno argentino Lionel Messi si è recato in Arabia Saudita con un volo privato, all’insaputa di dirigenti ed allenatore.

In seguito alla sconfitta di campionato per 3-1 contro il Lorient, la Pulga ha fatto le valigie, direzione Riad, per motivazioni sconosciute, tanto da assentarsi all’allenamento defaticante del lunedì, tra lo stupore dei compagni di squadra. La decisione del fuoriclasse, però, non è stata gradita dal presidente del PSG Al-khelaïfi, che ha punito il giocatore con 2 settimane di sospensione, durante le quali non scenderà in campo e non percepirà lo stipendio (2,3 milioni).

Repentine le scuse del calciatore che, resosi conto dello sbaglio, ha fatto subito mea culpa, diffondendo un mortificante video di scuse.