Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Basket: Playoff Lega Serie A: Semifinali al via

Federico LATTANZIO

Ci siamo. Con la vittoria di Siena in gara 5 contro Reggio Emilia si conoscono tutte e quattro le semifinaliste dei Playoff del maggiore campionato di basket italiano. Al via da venerdì e sabato le due sfide.

Vince la Mens Sana. Dopo aver sofferto a lungo in una serie combattuta, tirata e in cui i campioni in carica hanno quasi sempre dovuto recuperare, la rimonta ora è completata. Al PalaEstra il quintetto di coach Crespi supera la Pallacanestro Reggiana per 84-79 e accede alla semifinale che la vedrà di fronte alla Virtus Roma, con il vantaggio del fattore campo, ovvero dell’eventuale bella in casa. Certo, Siena non è più lo squadrone che fino a un anno fa dominava in patria senza far sconti a nessuno. Le problematiche finanziarie che hanno colpito lo sponsor principale si sono riversate in maniera decisa anche sul settore della pallacanestro, determinando un concreto ridimensionamento. Eppure la compagine del ‘vecchio’ Ress e compagni ha dimostrato di saper lottare e competere ancora, pur con tutte le dovute proporzioni del caso rispetto al passato. Dal canto loro i romani di coach Dalmonte, nonostante una regular season non brillantissima, hanno senz’altro stupito nella serie vinta contro Cantù. Nessuno, probabilmente, si aspettava infatti un secco 3-0. Tuttavia deve essere ricordato che le tre gare disputate hanno corso sul filo dell’equilibrio sino al termine e sono state risolte solo negli ultimi istanti di gioco. Addirittura si è reso necessario l’overtime per decidere la terza sfida. Il superamento del turno, pertanto, non è stato comunque semplice. È pur vero che la formazione capitolina ha dalla sua gente del calibro di Hosley e Mbakwe, i quali dall’inizio del Playoff stanno dimostrando di valere non poco. Sembra possibile ipotizzare un percorso di semifinale lungo.

Dall’altra parte del tabellone anche la tanto accreditata Milano ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio su una Pistoia che alla vigilia pareva spacciata, ma che dopo le prime due sconfitte in terra lombarda ha saputo reagire in maniera veemente, conquistando altrettanti successi casalinghi e prolungando lo scontro fino alla bella. La compagine guidata da coach Banchi ha fatto sua gara 5, sul parquet amico, per 88-78. Raggiungendo così Sassari in quella che si profila come una serie molto affascinante, con il vantaggio del fattore campo a favore dei milanesi. I sardi hanno incontrato pochi problemi contro Brindisi (3-0) e attendevano già da qualche giorno di conoscere il nuovo avversario. Il roster, poi, è di ottimo livello. Basti pensare, su tutti, a uno come Travis Diener. Puntare in alto non è affatto ambizione fuori contesto. Di contro, però, deve essere sottolineato che l’Olimpia è squadra costruita per vincere. Aver sfilato alla Siena campione in carica l’allenatore, oltre a due pezzi come Hackett e Moss, rappresenta già da sé il segnale che la celebre proprietà ha dato all’ambiente per indicare che l’obiettivo unico di questa stagione è solo ed esclusivamente il titolo.

Ed è evidente che se Milano non dovesse accedere alle finali scudetto ciò si configurerebbe come un reale fallimento, oltre a costituire una sorpresa. Per lo meno sulla carta. Il duello dei quarti con Pistoia, tuttavia, ha già messo in mostra i lati negativi della formazione lombarda. Contro un avversario solido e talentuoso come la Dinamo non limitare tali aspetti potrebbe rivelarsi ben più dannoso. Anche in questo caso, comunque, la soluzione del giallo appare essere complessa e sembra far prevedere una non breve attesa.

Potrebbe interessarti