Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

La pancia del tifoso: “Sliding Doors” Lazio

“Sliding Doors”, film del 1998 diretto da Peter Howitt, vincitore del “European Film Awards 1998” come miglior sceneggiatura, mostra allo spettatore come un evento tanto inatteso quanto banale possa cambiare la vita delle persone: ritardi, ripensamenti, incontri casuali, cose che sono all’ordine del giorno e che non fanno altro che aprire nelle nostre vite, una marea di porte diverse, che scegliamo di aprire inconsapevolmente, senza saperlo.

Sliding Doors Lazio

L’essenza della pellicola si applica dunque alle vite di tutti noi, e quindi, anche al calcio. Anzi, soprattutto nel calcio. Perchè alla fine, si tratta sempre di porte. La traduzione letterale del termine infatti, è “porta scorrevole”, la stessa che ieri sera ha deciso di salvare la Lazio di Simone Inzaghi, con una traversa interna che di solito, in una situazione del genere, spedisce il pallone in porta. Nel momento esatto in cui De Ketelaere colpisce il pallone che andrà a colpire la traversa interna della porta difesa da Reina, si aprono per Lazio e Brugges, due universi paralleli: nel primo il pallone sarebbe entrato in porta, consegnando agli ospiti una rimonta che avrebbe avuto del clamoroso; nel secondo, che poi è quello che si è materializzato, la palla non sarebbe invece entrata, salvando la Lazio da una beffarda eliminazione.

Due scenari, o meglio due “porte”, che se ne portano dietro altre, perchè passare o non passare il turno ieri sera, ha cambiato la stagione di entrambe le squadre. Per il Brugges perchè ora prenderà parte ai sedicesimi di Europa League, e per la Lazio perchè ora dovrà prepararsi ad affrontare una “vera” big del calcio europeo. Con la consapevolezza di star diventando una di loro.

Non chiamatela fortuna

Guai però a ridurre il tutto a un solo e unico aggettivo: “fortuna”. Quello di ieri sera infatti, non è stato solo un episodio fortunato. Immobile e compagni si sono infatti guadagnati il passaggio del turno non grazie a quella traversa che ha deciso di respingere il pallone indietro, ma battendo il Borussia Dortmund tra le mura amiche e pareggiandoci in casa loro; non perdendo in trasferta con Zenit e Brugges pur avendo a disposizione appena quindici uomini. Sliding Doors che hanno portato a quella di ieri sera. Ora non ci resta che aspettare e aprire un’altra importantissima porta, quella dell’urna degli Ottavi di Finale.

 

 

https://twitter.com/OfficialSSLazio/status/1336408318974234627/photo/1

Potrebbe interessarti