Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Bundesliga: Pareggio tra le grandi, Leverkusen secondo

di Guido Maria MINI

Dopo aver conquistato mercoledì il titolo di campione d’inverno nel turno infrasettimanale con tre giornate di anticipo, il Bayern Monaco tiene a distanza nello scontro diretto l’avversario più pericoloso che ha all’interno dei confini nazionali.

Bayern Leverkusen

Il big match tra la capolista e i campioni in carica del Borussia Dortmund finisce uno a uno con reti dei due talenti più puri del calcio tedesco: Tony Kroos e Mario Gotze. Rimangono cosi undici i punti di vantaggio della squadra di Jupp Heynckes su quella di Jurgen Klopp (terza a 27) che evidentemente sta pagando di più gli sforzi fatti fin qui in Champions League (prima nel girone di ferro con Real Madrid, Manchester City e Ajax, ndr) e il non aver a disposizione una panchina lunga e di qualità come quella dei rivali.

SHOW&SFORTUNA – All’Allianz Arena è stato comunque spettacolo e sono i gialloneri alla fine che devono ringraziare il proprio portiere Weidenfeller, autore di tre super parate negli ultimi scampoli di gara. Numeri record impressionanti per Muller e compagni: miglior attacco (40 goal) e miglior difesa con appena 5 reti subite. Unica nota negativa il grave infortunio (rottura dei legamenti crociati e sei mesi di stop, ndr) capitato al difensore Holger Badstuber che chiude così in anticipo la sua sfortunata stagione.

OUTSIDER – Ad approfittarne per ridurre il gap in classifica è il sorprendente Bayer Leverkusen che si porta al secondo posto in solitaria a meno otto dai bavaresi. Le “Aspirine” battono di misura in casa il Norimberga grazie alla nona rete in campionato di Kiessling ora capocannoniere della Bundesliga insieme a Meier, Mandzukic e Lewandowski, tutti incappati in una giornata di pausa, più la new entry ungherese Szalai a segno con il suo Magonza.

FRENATE – Perde un altra occasione d’oro per riportarsi sotto invece lo Schalke 04 incapace di andare oltre l’uno a uno davanti al proprio pubblico contro il Borussia Monchengladbach. Dopo lo svantaggio iniziale subito dal belga De Camargo, i “minatori” riescono a trovare il pari con Draxler solo a cinque minuti dal triplice fischio finale. Il club di Gelsenkirchen rimane cosi al quarto posto con 25 punti incalzato dall’Eintracht Francoforte, quinto a 24 ma sconfitto malamente (4-0) dal Fortuna Dusseldorf nell’anticipo di venerdì.

ALTRE GARE – Al sesto posto troviamo il Mainz tornato “favola” dopo l’exploit di due anni fa. Il team ancora allenato da Thomas Tuchel supera due a uno l’Hannover evitando il sorpasso di Werder Brema e Stoccarda entrambe corsare rispettivamente contro Hoffenheim e Greuther Furth. I biancoverdi dilagano 1-4 con la magnifica tripletta dell’ex Inter Arnautovic e il sigillo di Prodl, inutile il goal per i padroni di casa di Salihovic. Basta invece la rete del giapponese Okazaki alla squadra di Molinaro per espugnare il campo della neopromossa. Pareggio poco utile ad entrambe tra Wolfsburg e Amburgo; gli anseatici vanno avanti con Beister ma è l’ex difensore centrale della Roma Kjaer a rimettere in carreggiata i “Lupi”. Infine stesso risultato tra il fanalino di coda Augsburg e il Friburgo.

Potrebbe interessarti