Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

F1: GP Cina, Rosberg cala il tris, Vettel rimonta a chiude secondo

Nico Rosberg ha vinto un GP di Cina, terza prova del Mondiale di F1 Sul podio ha preceduto Vettel (Ferrari), giunto secondo, e Kvyat (Red Bull).

E’ Nico Rosberg il vincitore del Gran Premio di Cina, al termine di 56 bellissimi giri in cui è successo di tutto. Il pilota alla guida della Mercedes ha dominato dal principio alla fine, mentre alle sue spalle la danza dei sorpassi e dei pit stop viaggiava su dei ritmi emozionanti. Secondo classificato Sebastian Vettel, costretto a ricostruire la propria performance già dall’inizio, in seguito al danneggiamento dell’ala anteriore in uno scontro fortuito con il compagno di squadra Raikkonen. Riesce a limitare i danni dello scontro iniziale anche il pilota finlandese, autore di una gara in crescendo negli ultimi giri e a discapito di Lewis Hamilton. Il campione del mondo in carica conclude in settima posizione, un ottimo risultato se si considera il pilota inglese era partito dall’ultima casella a causa dei problemi accusati in qualifica. E’ stato comunque un Hamilton leggermente sottotono nell’atteggiamento, forse anche leggermente nervoso vista la situazione diametralmente opposta che sta avvolgendo Nico Rosberg. Il pilota tedesco firma la tripletta nelle prime tre gare, dimostrando una superiorità temporaneamente impressionante. L’ultimo gradino del podio se lo guadagna, meritando, Kvyat: il pilota tedesco della Red Bull anticipa anche il compagno di squadra Ricciardo, sfortunato quando durante il primo giro è incappato in una foratura della posteriore sinistra.

Nel post gara, acceso diverbio tra Vettel e Kvyat poco prima delle celebrazioni di rito sul podio. Il pilota della Ferrari ha rimproverato quello della Red Bull per l’eccessiva aggressività dimostrata in avvio, quando proprio Vettel nell’occasione ha urtato la monoposto di Raikkonen. Lo stesso Vettel, prima della chiacchierata in favor di camera con Kvyat, è andato a chiedere scusa al compagno di squadra.
Rimane comunque la grandissima gara di Nico Rosberg, assolutamente perfetto così come la sua Mercedes, autentica macchina da ‘guerra’.

Jacopo Trevisani

Potrebbe interessarti