Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

GP Russia: Poker Rosberg, malissimo Vettel. Hamilton chiude secondo

La Formula Uno, dopo 4 Gran Premi, è un assoluto monopolio appartenente a due attori protagonisti: la Mercedes e Nico Rosberg. Il pilota tedesco sigla il poker e continua a dominare il Mondiale, complice anche il momento di sfortuna di Hamilton e Vettel. Al termine di 53 giri di assoluta tranquillità, la Mercedes di Rosberg sale a quota 100 punti, staccando ulteriormente i suoi diretti avversari.

Avversari penalizzati dai cambi effettuati nel post qualifiche e, in particolare Vettel, penalizzato da un triplice tamponamento subìto da Kvyat, tra l’altro recidivo nei confronti del tedesco. La Ferrari, quindi, si è subito trovata menomata dall’assenza istantanea di Vettel ma è riuscita comunque a far salire Raikkonen sul gradino più basso del podio. Secondo posto per Hamilton, abile nella mini rimonta e certificatore ulteriore di un continuo dominio della Mercedes. Nonostante la piccola crescita della Ferrari, infatti, la squadra tedesca rimane una spanna superiore al resto del circus.
Buona prova, dopo un periodo così e così, delle Williams: Bottas e Massa si posizionano rispettivamente al quarto e quinto posto e anticipano un ottimo Alonso, finito sesto al volante di una McLaren finalmente (parzialmente) competitiva. Esordio in zona punti anche per la Renault grazie a Magnussen.

Con questi risultati la classifica sentenzia provvisoriamente che Rosberg ha già 43 punti di vantaggio su Hamilton, secondo a quota 57, seguito da Raikkonen a 43, Ricciardo a 36 e da Vettel a soli 33 punti.

Prossimo appuntamento previsto per il 15 maggio in Spagna, per il primo Gran Premio europeo.

Jacopo Trevisani

Potrebbe interessarti