Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Mamma Ultrà: Sempre e comunque dietro ad un pallone

Perché il calcio non si ferma, resta nei sogni di ognuno

La vita della Mamma Ultrà è concentrata sul pallone: certamente fin dalla nascita quando nella nursery tutti i neonati hanno la maglietta della fortuna classica rosa, celeste o bianca e il tuo invece ha la maglietta di Trezeguet, stagione della Juventus 2001-2002, qualche domanda già può cominciare ad affiorare.

No la Mamma Ultrà non se lo immagina quello che l’aspetta nel futuro: per i compleanni lei non può semplicemente proporre una torta classica con pan di spagna, crema e panna sopra: eh no le decorazioni della torta prevedono scarpette da calcio in pasta di zucchero, porte con i pali e le reti, manto erboso del campo di calcio e magliette dei campioni del momento.

Per la comunione non va bene l’orologio tempestato di “diamanti “ma il biglietto della finale di campionato a Torino allo Juventus Stadium, a Babbo Natale non gli si chiede cortesemente un robot ultimo modello facilmente reperibile ma lo Jabulani???( pallone ufficiale del Campionato mondiale di calcio 2010 edizione limitatissima da ordinare due mesi prima).Per non parlare poi di tute, zainetti, tazze della colazione, cuscini e coperte etc.etc. tutto rigorosamente della squadra del cuore!

Adesso che il calcio dilettantistico è finito definitivamente per decisioni governative legate alla pandemia da coronavirus i ragazzi sono in attesa semplicemente della nuova stagione calcistica… perché il calcio non si ferma, resta nei sogni di ognuno.

Potrebbe interessarti