Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Prandelli:”Rossi sapeva di non essere dei 23″

l commissario tecnico in conferenza stampa ha voluto rispondere alle polemiche seguite alla comunicazione dei 23 per il Brasile.
Giuseppe Rossi, il grande escluso, non l’ha presa benissimo ma l’allenatore bresciano ribadisce le sue scelte: “Voglio chiarire. Io con Rossi mi sono incontrato a Coverciano il 7 maggio, prima di dare la lista dei 30. Gli volevo dire: non sei nella lista dei 30, perché non era pronto. Poi ho capito di dover dare un’occasione a un giocatore che stava lottando per tornare, un messaggio per tutti. Io gli ho detto: comunque non sei nei 23, ed è una scelta sofferta. Però è una bella storia e non ho avuto il coraggio di dire a lui, categorico e forte, non sei nei 23 – ha spiegato il ct – Tutti sapevano il proprio ruolo e mi meraviglio che qualcuno si sia meravigliato. Gli ho detto, prima della partita di Londra: voglio vedere da te cose particolari, quello che si deve vedere per dire: sei a posto al cento per cento, un attaccante che gioca da attaccante. Ma non ho viste quello che volevo vedere. Convocarlo sarebbe stato un rischio troppo grande, per noi, per lui, per la Fiorentina, per i tifosi. Gli ho detto: non è completo il percorso di guarigione”.
Prandelli parla anche di Destro che ha rifiutato il ruolo di riserva: “Gli ho detto: in vista delle scelte dei 23, che al momento non ti posso garantire, mi dai la tua disponibilità? Tutti sapevano che si sarebbero giocati l’occasione del Mondiale, due che non erano nei progetti dei 23 sono entrati. Romulo lo tenevo sotto osservazione. Destro è un  ragazzo introverso, come tanti. Noi tutti abbiamo il nostro di porsi. Lui è un ragazzo abbastanza chiuso”.
Potrebbe interessarti