Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

A Parma i Blues si impongono 2-1, Prandelli soddisfatto

Il 2012 degli azzurri termina con una sconfitta. Va alla Francia l’amichevole di Parma, ma l’Italia non meritava di perdere e di chiudere con un ko un anno che l’ha portata a un passo dal titolo di campione d’Europa.

Italia v Francia 1-2

In campo dal primo minuto i “parigini” Sirigu e Verratti (panchina per Buffon e Pirlo), poi Balotelli punta centrale nel tridente completato da Candreva ed El Shaarawy. Dall’altra parte Deschamps sceglie lo stesso modulo con Ribery e Valbuena larghi e Giroud in mezzo. Partono bene gli azzurri, Balotelli vuole dimenticare la tribuna al Mancity e, al 10′, dopo uno scambio con El Shaarawy centra la traversa con un bel destro. Meglio l’Italia che gioca discretamente e che al 35′ va in vantaggio: lancio di Barzagli, sponda di Balotelli per Montolivo, assist perfetto per El Shaarawy che batte LLoris. Immediato il pari francese, splendido il gol di Valbuena al 37′ ,dribbling su Verratti e Barzagli e piatto destro all’incrocio per l’1-1 con cui si chiude il primo tempo. Nella ripresa inizia la girandola dei cambi, gli azzurri ci provano con Candreva, ma al 22′ la Francia si porta sul 2-1 con Gomis che, appena entrato, sfrutta l’azione Menez-Evra e mette dentro da due passi. L’Italia cerca il pareggio con Diamanti e Giovinco (bravo Lloris), nel finale e’ bravissimo Sirigu a dire no a Menez, poi Giaccherini centra la traversa. Finisce 2-1 per la Francia una bella partita che i vice-campioni d’Europa non meritavano di perdere.

Cesare Prandelli

PRANDELLI SODDISFATTO – “E’ un anno da ricordare ma non meritavamo di perdere: abbiamo onorato l’impegno, il pubblico si è divertito e abbiamo ripagato il tanto entusiasmo”. Cesare Prandelli può ritenersi soddisfatto per l’ultimo test del 2012 della Nazionale, nonostante il 2-1 subito al Tardini di Parma per mano della Francia. La quinta sconfitta consecutiva in amichevole che però ha molti lati positivi, a cominciare dall’inserimento in squadra di tanti giovani. “Era giusto provare e riproveremo ancora. Dobbiamo farci trovare pronti, senza speculare su alcun risultato. Sono molto soddisfatto”.

Nel primo tempo, prove riuscite di 4-3-3: “Abbiamo fatto cose buone, è la prima volta che provavamo. Certi movimenti non potevano essere di grande efficacia ma la squadra si è mossa in campo ordinatamente”. Bene anche l’affiatamento tra El Shaarawy e Balotelli: “Sono giocatori con caratteristiche diverse, il milanista è molto generoso, ma io ho visto una buona Italia. Se farò giocare insieme Verratti e Pirlo? Avessi più amichevoli o allenamenti forse sì, ma abbiamo le qualificazioni mondiali e posso fare esperimenti solo in queste occasioni”.

Potrebbe interessarti