Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Calciomercato: Guardiola al Bayern, Kaka’ via dal Real?

di Enrico De DONATO

Ufficiale l’accordo fra il tecnico catalano e la dirigenza bavarese. In Spagna circolano voci della presenza di Raul nello staff. Intanto i giorni di Kaka al Real sembrano giunti al termine, tornera’ in Brasile?

Kakà via dal Real?

Kaiser Pep – Al di la’ di ogni smentita, Uli Hoeness e’ stato costretto dalle circostanze, dalle notizia scovata da note fonti italiane, a confermare cio’ che ormai non era piu’ un segreto: Pep Guardiola sara’ infatti l’allenatore del Bayern Monaco a partire dalla prossima stagione calcistica. Il tecnico piu’ conteso e vincente degli ultimi anni avrebbe ponderato la scelta con criteri che trascenderebbero le venalita’ economiche, in primo luogo poiche’ il conto in banca dovrebbe essere gia’ sufficientemente consistente, senza poi dimenticare che di certo i bavaresi non sono famosi per taccagneria, basti consultare l’esorbitante monte ingaggi della societa’ piu’ vincente di Germania, che sogna di collocarsi nuovamente al primo posto in Europa e nel mondo. Sebbene in molti scommettessero che l’Inghilterra sarebbe stata la destinazione preferita di Pep, l’allenatore e’ piu’ che mai legato alla presenza di un progetto, quella solidita’ strutturale che gli ha consentito di perfezionare una macchina gia’ performante come il Barcellona di Rijkaard. Chelsea e Manchester City non potevano quindi essere le destinazioni adatte, solo il Manchester United avrebbe costituito una seria possibilita’ ma Sir. Alex e’ ancora troppo vecchio per la pensione. Sui piu’ famosi portali spagnoli si discute intanto della possibile integrazione di Raul nello staff tecnico, poiche’ la sua esperienza in terra teutonica sarebbe assai preziosa.

Messi pallone d’oro ad vitam? – Approfittiamo di una giornata apparentemente tranquilla, se si esclude la insidia Valencia per un Real cotto a puntino, per approfondire l’ennesima vittoria del piu’ prestigioso premio individuale per un giocatore di calcio: Messi ha infatti collezionato la sua quarta sfera dorata. Sebbene sia stato giusto esaltarne i record, la domanda che ci poniamo e’ la seguente: e’ giusto che Messi primeggi anche all’interno stagioni prive di trofei? Iniesta, Xavi e Cristiano Ronaldo gli sono stati inferiori nel proseguo della passata stagione? A ognuno le proprie conclusioni.
Nel frattempo un altro pallone d’oro sembra in procinto di volare sulle spiagge brasiliane, laddove l’amico Robinho ha fallito, ma ancora una volta l’ingaggio sembrerebbe una prigione dorata per Kakà, ma ci chiediamo anche per quale motivo debba pretendere 8 milioni di euro annui, considerando le ultime quattro stagioni. La dignita’ non ha prezzo

Potrebbe interessarti