Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Premier League: Lo United rimanda la festa del Leicester. Crollano City e Reds

Nella trentaseiesima giornata il Leicester viene fermato a Old Trafford e la banda di Ranieri non può ancora festeggiare, in attesa del Monday Night del Tottenham impegnato a Londra. Bene l’Arsenal per il terzo posto, malissimo il Manchester City. Colpo Newcastle in chiave salvezza. 

C’è ancora da attendere. Qualche ora, forse, se gli Spurs di Pochettino non dovessero imporsi a Stamford Bridge, nella casa del Chelsea, in quello che è il consueto appuntamento del lunedì sera di Premier League. Una settimana, invece, se il Tottenham dovesse vincere. Tuttavia mancano davvero pochi centimetri al traguardo, lo striscione è lì a portata di mano. Nel Theater of Dreams il Leicester non va oltre il pareggio: decidono Martial e Morgan. Un punto che comunque fa piacere alle Foxes, molto meno al Manchester United che vede allontanarsi l’accesso diretto ai gironi della prossima Champions League. Quarto posto, invece, alla portata per via della caduta del Manchester City, demolito sul terreno del Southampton. Tripletta di Mané e Long per i Saints; doppietta di Iheanacho per i Citizens, che ora vantano quattro lunghezze in più rispetto ai “cugini”, che devono anche recuperare un match. In terza posizione, invece, un Arsenal bruttino nella sfida interna contro il Norwich, ma che ringrazia l’ingresso di Welbeck, decisivo nel siglare la rete che regala una vittoria davvero importante. Gunners a più tre proprio sul Manchester City. Eppure l’ambiente non è soddisfatto, a ragione. Le troppe delusioni delle ultime stagioni, che hanno quasi sempre visto la compagine di Wenger in testa in autunno, per poi crollare in inverno, hanno fatto sì che la tifoseria stia iniziando a farsi sentire. Diversi i cartelli “Time for change” apparsi sabato sugli spalti dell’Emirates.

Bel colpo del West Ham che espugna per 0-3 le mura del West Bromwich, rafforzando il sesto posto. Capitolo salvezza. Fondamentale il successo interno del Newcastle, che supera di misura il Crystal Palace grazie a Townsend. I Magpies al momento sarebbero salvi, sfruttando proprio la sconfitta del Norwich e il pareggio 1-1 tra Stoke e Sunderland. Ma c’è ancora da lottare, considerando che la formazione guidata da Benítez figura con una partita in più rispetto alle avversarie. Nelle altre sfide 3-1 per lo Swansea sul Liverpool, 2-1 per l’Everton sul Bournemouth e 3-2 per il Watford sulla retrocessa Aston Villa.

Federico Lattanzio

Potrebbe interessarti